Cerca

Salento da Leggere. Proposte di lettura ed esperienze didattiche tra ‘600 e ‘900

Editore/Produttore: LUPO EDITORE
 IMMEDIATAMENTE DISPONIBILE
EAN: 9788895861272



€ 15,00

pp.216, brossura

 Il tema scelto per questa prima manifestazione ufficiale della sezione leccese è stato quello della letteratura salentina fra ’600 e ’900, un tema quindi strettamente legato al territorio e alla cultura del territorio. In particolare, si sono volute verificare le possibilità di una fruizione didattica di questo importante patrimonio, accuratamente indagato in questi ultimi quattro decenni nell’Ateneo leccese da un gruppo di italianisti guidati da un maestro come Mario Marti, ma quasi del tutto assente, anche nei suoi esiti maggiori, nei manuali e nelle antologie scolastiche. Ne è venuto fuori un volume insolito, vivace, variegato.

 

Dopo una breve ma intensa introduzione di un altro maestro degli studi letterari nel Salento, Donato Valli, il quale invita a leggere questi autori nelle scuole anche per riscoprire le proprie radici, il volume sicompone di diversi contributi che si soffermano prima sulla letteratura secentesca d’area salentina, per poi passare a quella settecentesta attraverso due esponenti significativi del “secolo dei lumi” in Terra d’Otranto, Ignazio Falconieri e Francesco Bernardino Cicala. All’ottocento è dedicato l’intervento di Fabio D’Astore che affronta due patrioti-letterati salentini, Liborio Romano e Sigismondo Castromediano, e la loro produzione memorialistica.

Il Novecento è oggetto d’attenzione nelle restanti relazioni.

Negli altri contributi si dà conto invece di ricerche più specifiche condotte in questo campo e relative ai nostri maggiori scrittori.

Non manca nemmeno uno sguardo alle narratrici con il saggio di Patrizia Guida che traccia un excursus sulla scrittura femminile nel Salento tra ’800 e ’900 e con quello di Sonia Schilardi che affronta il problema della trasposizione filmica, ad opera del regista Alessandro Barbano, del racconto Il Tramontana di Rina Durante.

Le altre esperienze didattiche esposte nel volume riguardano i nostri autori più famosi. Maria Occhinegro nel suo intervento espone i criteri seguiti nel commento delle poesie di Girolamo Comi, da lei curato e rivolto agli studenti delle scuole superiori. Ancora su Vittorio Bodini e sul suo rapporto con la Spagna di Federigo García Lorca e Rafael Alberti si soffermano invece Valentina Sgueglia e Isabel Dàvila Alonso, le quali relazionano su un singolare progetto realizzato presso il Liceo “F. Capece” di Maglie, dove esiste un indirizzo linguistico internazionale ad opzione spagnola. Ma, accanto a questi nomi ormai notissimi, ci sono anche alcune ‘’scoperte”: Teresa Pascali presenta una figura di soldato-scrittore, finora sconosciuta, Ferdinando De Donno, mentre una narratrice salentina contemporanea, Annalisa Bari, è fatta conoscere da Rita Cantarini.

Di carattere teorico infine è il contributo di Carlo Alberto Augieri che riflette sulle prospettive della letteratura oggi tra regione, nazione e villaggio globale.

Dettagli
EAN 9788895861272
Autore Giannone Antonio Lucio - Filieri Emilio
Editore LUPO EDITORE
Data pubblicazione 2008/11
Categoria Letteratura & Filosofia