Cerca

Pro Reggio e Messina Un messaggio di solidarietà dal Salento in occasione del terremoto del 28 dice

Editore/Produttore: BARBIERI
 IMMEDIATAMENTE DISPONIBILE
EAN: 9788875330446



€ 8,00

pp.63 brossura con illustrazioni in b/n

Il 28 dicembre 2008 ricorre esattamente il centenario di un evento tanto drammatico che, al suo accadere, lasciò sbigottito il mondo intero. Si tratta del terremoto siculo-calabrese, che colpì soprattutto le città di Messina e Reggio Calabria, essendo stato l'epicentro proprio in quel tratto di mare che le separa.
La città di Lecce e l'intera provincia rispondono con generosità: sottoscrizioni, accoglienza di profughi, partenza di squadre di volontari. A Casarano, un Comitato appositamente costituitosi – tra le altre iniziative intraprese – pubblica il giornale Pro Reggio e Messina. Numero Unico a beneficio dei danneggiati dal terremoto, con lo scopo di raccogliere fondi da inviare in quelle terre sfortunate; vi collaborano Giovanni Valente, Amedeo Casto, Luigi Capezza, Anselmo Ciuffoletti, A. De Giorgi e Rodolfo D'Ambrosio.
Questo foglio (qui pubblicato integralmente), con tutti i suoi limiti, è la testimonianza concreta dello check subito da una comunità salentina, alla quale si sono posti drammaticamente e repentinamente gli eterni problemi di carattere esistenziale: limite e senso della vita, presenza e nascondimento di Dio, destino e libertà; ma, nello stesso tempo, della sua forza e della sua volontà che – senza attendere la loro soluzione – l'hanno portata ad attivarsi, a rimboccarsi le maniche, a stringersi intorno ai valori autentici della solidarietà e dell'umanità.

LUIGI MARRELLA, docente di Storia e Filosofia, è da alcuni anni impegnato – nell'ambito degli studi sul fascismo – nel recupero e valorizzazione di alcune fonti documentarie generalmente considerate "minori". I risultati più interessanti di questa ricerca sono confluiti nei volumi 1 quaderni del Duce. Tra immagine e parola (Barbieri, 1995),1 diari della gioventù italianissima (Barbieri, 2006) e nel saggio Burro o cannoni? Per una vita «in tono minore» delle italiane in tempo di guerra (1941-42) del 2008. Ha pubblicato, tra l'altro, contributi su C. Lukàcs, L.A. Muratori, sulla Repubblica Partenopea del 1799. Ha fondato e dirige la collana di studi di Storia patria «Quaderni di Kèfalas e Acindino», dove sono usciti i seguenti suoi lavori: I percorsi della Vittoria. Casarano, uno scultore, un monumento (n. 1, 1997) e Un inno ed un sospiro: Adele Lupo di Casarano (n. 3, 2001, insieme a Luigi Scorrano).

Pubblicazioni di Marrella:
1 «Quaderni di Kèfalas e Acindino» (Manduria, Barbieri Ed.):
1. L. MARRELLA, 1 percorsi della Vittoria. Casarano, uno scultore, un monumento, 1997.
2. L. ISERNIA (a cura di), Giuseppe Patella filologo leopardista, 1999.
3. L. MARRELLA - L. SCORRANO, Un inno ed un sospiro. Adele Lupo di Casarano, 2001.
4. E DE PAOLA, L'Università di Casarano nel Catasto Antico del 1722, 2004.
S. L. MARRELLA, «Pro Reggio e Messina». Un messaggio di solidarietà dal Salento in occasione del terremoto del 28 dicembre 1908, 2008.

Dettagli
EAN 9788875330446
Autore Marrella Luigi
Editore BARBIERI
Data pubblicazione 2008/11
Categoria Saggistica
Tag del prodotto